SolarGaps, le tapparelle che producono energia

Chi può installare pannelli solari e ha un occhio di riguardo verso il pianeta (e verso il portafoglio) si adopera per l’installazione; chi non può, per motivi urbanisitici o di rispetto del patrimonio artistico portà metterli al posto delle tapparelle.

In meno di una settimana dall’inizio della sua campagna, SolarGaps è più che a metà del suo obiettivo di crowdfunding: $ 50.000. La “soluzione ovvia” per coloro che non possono o non investiranno in pannelli solari sul tetto, SolarGaps promette di ridurre le fatture di elettricità domestiche o aziendali fino al 70 %.

Basandosi sulle caratteristiche di sun-tracking dei girasoli, gli smart blinds regolano automaticamente la posizione per fornire angoli ottimizzati per la generazione di energia elettrica solare.

“Ho trascorso un giorno nei campi fuori della città, studiando come i girasoli seguivano il sole”, ha detto Yevgen Erik, il fondatore, in una dichiarazione. “Poi ho effettuato una ricerca che ha dimostrato che, sebbene i moduli solari siano i più economici tra tutte le altre fonti di energia, sono i più efficaci”.

I pannelli solari incorporati possono generare fino a 100W-150W di energia rinnovabile per 10 piedi quadrati, posizionati nella finestra: il che abbastanza per alimentare lampadine a 30 LED, o tre MacBook.

Le tapparelle ombreggiano case o gli interni aziendali, contribuendo a ridurre i costi dell’aria condizionata del 40%. Ogni eccedenza di energia può essere conservata dalla batteria o venduta all’azienda elettrica tramite un contatore bidirezionale.

Una soluzione non permanente, plug & play (tramite SolarGaps). I consumatori interessati possono preordinare un set di SolarGaps disponibile in dimensioni extra-piccole, piccole, medie, grandi, extra-grandi e extra-extra-grandi, con telecomando Controllo e elettronica di controllo Wi-Fi per $ 390 a $ 1.910 (50 % del prezzo di vendita previsto).

Tutti gli ordini saranno consegnati entro la fine di quest’anno. “Abbiamo studiato SolarGaps con funzionalità progettate per affittuari, proprietari di case e piccole imprese per ridurre sensibilmente l’utilizzo di energia, creare energie rinnovabili e la transizione all’indipendenza energetica”, ha dichiarato la pagina Kickstarter.

Gli utenti possono integrare SolarGaps con dispositivi intelligenti come Google Home, Amazon Echo e Nest Learning Termostat per controllare le lamelle tramite la voce, la temperatura e l’applicazione smartphone.

Sorgente: SolarGaps, le tapparelle che producono energia – TechnoBlitz.it