Per i prossimi 20 anni non ci libereremo del petrolio! ma….

Le rinnovabili continuano a correre con prezzi sempre più bassi.

450
Il fabbisogno di energia nel mondo è in crescita: entro il 2040, l’Agenzia Internazionale dell’Energia stima un aumento dei consumi del 30 per cento.

Quattro i fattori che caratterizzeranno la trasformazione nei prossimi decenni:

  • crescita della produzione elettrica da fonti rinnovabili;
  • aumento dei consumi elettrici nella domanda di energia (anche grazie all’elettrificazione dei trasporti);
  • cambio del modello energetico cinese;
  • il petrolio che continua a rimanere – assieme al gas – un pilastro del sistema energetico mondiale.

L’ Agenzia internazionale dell’energia (Iea) con il suo ultimo report World Energy Outlook 2017, traccia il quadro dell’andamento della domanda e della produzione di energia nel mondo con i possibili scenari di sviluppo.

Le rinnovabili continuano a correre con prezzi sempre più bassi

Nel 2016, il fotovoltaico è cresciuto di più di qualsiasi altra formadi generazione. Dal 2010, i costi del fotovoltaico sono scesi del 70 per cento, quelli dell’eolico del 25 per cento e quelli dello stoccaggio dell’energia pulita con le batterie del 40 per cento. L’energia solare diventerà la fonte più economica per generare elettricità, soprattutto in Cina e in India, mentre in Europa la Iea si attende l’exploit dell’eolico .

La Cina si trasforma e vira alle rinnovabili

La Iea sottolinea in particolare il cambiamento della Cina: nell’economia del Paese, i servizi stanno prendendo sempre più peso con una conseguente riduzione dell’industria pesante. In termini energetici, per un’economia che ha fame di energia più di qualsiasi altra al mondo e deve gestire le problematiche legate alla pessia qualità dell’aria, la nuova politica della Cina si sta traducendo in un mix di fonti più pulito.

Solare eolico

 

Il petrolio continuerà a rimanere per i prossimi anni

Secondo le ipotesi dell’Agenzia internazionale dell’energia, nei prossimi 25 anni, il fabbisogno energetico mondiale crescerà di circa un 30 per cento. Ma è ancora troppo presto per dare l’addio definitivo ai combustibili fossili. L’aumento della disponibilità di petrolio a basso prezzo portato dagli Stati Uniti farà in modo che questa fonte continui a essere utilizzata soprattutto per la produzione petrolchimica, il trasporto pesante e l’aviazione. La Iea si aspetta che fino al 2020 la domanda di petrolio rimanga in crescita anche se efficienza e crescita delle automobili elettriche ne mitigheranno l’espansione.

Sorgente: Per i prossimi 20 anni non ci libereremo del petrolio, ma le rinnovabili guadagnano terreno | LifeGate